Si chiudono a mezzanotte le iscrizioni alla XVI edizione di Caffè Letterario Moak. Ecco chi giudicherà le opere.

10.07 Ancora poche ore (fino alla mezzanotte di stasera) per iscriversi al concorso di narrativa indetto da Caffè Moak e dedicato a racconti inediti che abbiano come protagonista il caffè.
“Come ogni anno - dichiara Alessandro Di Salvo, curatore del concorso – moltissimi aspetteranno gli ultimi minuti prima della mezzanotte per inviare il proprio racconto, ma abbiamo già superato abbondantemente il numero di iscritti dello scorso anno. Complici di questo successo, la grande credibilità acquisita in questi anni dal concorso e il prestigio della giuria chiamata a giudicare gli elaborati”.

Una giuria che quest'anno sarà presieduta da Andrea Vitali. Medico di professione, ha coltivato da sempre la passione per la scrittura esordendo nel 1989 con il romanzo Il procuratore. Nel 2006 vince il premio Bancarella con La figlia del podestà e nel 2009 il premio Campiello, quando è stato anche finalista del premio Strega (Almeno il cappello), il premio internazionale di letteratura Alda Merini, premio dei lettori, nel 2011 (Olive comprese). Nel 2008 gli è stato conferito il premio letterario Boccaccio per l'opera omnia e nel 2015 il premio De Sica.

Oltre a Vitali, a fare gli onori di casa quando i giurati si riuniranno a Modica per decretare i vincitori, un amico di Caffè Moak - già giurato in altre edizioni del concorso - lo scrittore Guido Conti che dopo il successo internazionale de “Il volo felice della cicogna Nilou” (Rizzoli 2014) tradotto in Grecia, Spagna e Corea del sud si è recentemente confermato una guida preziosa per chi vuole avvicinarsi alla scrittura prima con i volumi “La scuola del racconto “ usciti in allegato al Corriere della Sera e recentemente con il manuale “Imparare a scrivere con i grandi” (Rizzoli 2016).

Altro prestigioso membro di giuria il poeta Davide Rondoni. Ha fondato e dirige il centro di poesia contemporanea dell'Università di Bologna. E’ direttore artistico del festival Dante 09 in Ravenna. Ha pubblicato alcuni volumi di poesia, tra cui “Il bar del tempo”, uscito per Guanda nel gennaio '99 e “Avrebbe amato chiunque” con i quali ha vinto, tra gli altri, i premi più importanti in Italia (tra cui Montale, Carducci, Gatto, Ovidio, Camaiore, Metauro). E' presente nelle più importanti antologie di poesia italiana del secondo Novecento edite da Mondatori e da Rizzoli. E’ stato consulente Rai per la Fiction. Editorialista di Avvenire e de Il Tempo.

Unica siciliana in giuria Nadia Terranova. Collabora con diverse testate tra cui IL de Il Sole 24 ore, Internazionale e Il Foglio, ed è docente alla Scuola del libro di Roma. Ha pubblicato diversi libri per ragazzi tra cui Caro diario ti scrivo… (Sonda, 2011, segnalato al Premio Elsa Morante Ragazzi, vincitore del Premio Mariele Ventre). A gennaio 2015 è uscito il suo romanzo d’esordio Gli anni al contrario, vincitore dei premi Brancati, Fiesole, Grotte della Gurfa, Bagutta Opera Prima, Viadana e Viadana Giovani e del premio italo-americano The Bridge Award per la narrativa.

Tra i giurati, negli ultimi anni è stato sempre presente un librario. Quest’anno la scelta è ricaduta su Luca Nicolini, ideatore ventuno anni fa del Festivaletteratura di Mantova, il più conosciuto festival culturale italiano e tra i più importanti d’Europa.

In primo piano

Fuori Fuoco 2016
1 classificato ff

31.10 Il vincitore della III edizione di Fuori Fuoco Moak è Salvo Alibrio con il trittico di immagini “Il Caffè del Carbonaio”.

Moak e "Le Soste di Ulisse"

14.11 Caffè Moak sarà partner de Le Soste di Ulisse al convegno “La Sicilia è un continente”, l'evento che si terrà domenica 20 e lunedì 21 novembre a Villa Igiea a Palermo.

Caffè Letterario 2017

05.06 Andrea Vitali, autore da oltre tre milioni e mezzo di copie vendute in Italia, sarà il presidente di giuria della XVI edizione di Caffè Letterario Moak.