Chicchi crudi di caffè

Caffè

Il chicco più famoso del mondo è il seme della Coffea, arbusto sempreverde appartenente alla famiglia botanica delle Rubiacee. Esistono oltre 80 specie di Coffea, ma sono solo due quelle utilizzate commercialmente e da cui si ricavano i semi che, una volta torrefatti e macinati, danno origine al caffè: Coffea arabica e Coffea canephora, meglio conosciute come Arabica e Robusta. La prima Coffea utilizzata è stata l’Arabica, di cui ne vengono coltivate diverse qualità, con basso contenuto di caffeina, ma ricchi di aroma e con un grado di acidità gradevole. La Coffea Robusta ha un grado di resistenza maggiore a parassiti e a condizioni climatiche, quali temperature più alte e precipitazioni abbondanti. Il caffè, che si ottiene dai suoi chicchi rotondi e di colore giallo (o giallo-marrone), è più corposo e forte, con un maggiore contenuto di caffeina.

Sebbene l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’abbia definita come un “non nutritive dietary component”, ovvero un non alimento, difficilmente si potrà trovare un'altra bevanda ricca di principi, attivi e non, come il caffè. Finora, infatti, sono state identificate circa 900 sostanze contenute nel caffè, tra cui minerali (potassio, calcio, magnesio, fosfati e solfati). Ma la sostanza più importante, sia per la concentrazione che per le sue qualità, è la caffeina.

In primo piano

Caffè Letterario 2017

05.06 Andrea Vitali, autore da oltre tre milioni e mezzo di copie vendute in Italia, sarà il presidente di giuria della XVI edizione di Caffè Letterario Moak.

Moak premia Catena Fiorello

24.07 Al Gala conclusivo di ”Taomoda 2017”, nella splendida cornice del Teatro Antico, c'era anche Caffè Moak, partner della rassegna dedicata alla moda internazionale che si è svolta dal 15 al 22 luglio a Taormina.

Fuori Fuoco 2017

22.07 Laura Serani presidente dell'edizione 2017 del concorso internazionale di fotografia Fuori Fuoco Moak. Vive a Parigi dove ricopre il ruolo di Présidente du Jury presso Prix Résidence pour la Photographie de la Fondation des Treilles.